Per non dimenticare: Giuseppe Civati racconta Liliana Segre

  • Sabato, 25 Gennaio 2020
Per non dimenticare: Giuseppe Civati racconta Liliana Segre

⁕ Sabato 25 Gennaio ⁕
▶ Ore 21:00

Giuseppe Civati presenta due titoli editi People, dialogando insieme ad Alessandro Zanoni (operatore sociale).
Libri importanti, necessari riguardanti la storia personale e le testimonianze di Liliana Segre.
In questo mese di Gennaio, in cui ricade il Giorno della Memoria
(27 gennaio) è necessario ricordare. Per non dimenticare.

Ad accompagnare la serata ci sarà un ospite speciale, Alfonso Cuccurullo, che leggerà ad alta voce brani contenuti nei due libri.

• • •

• "Il mare nero dell'indifferenza"
La testimonianza di Liliana Segre e il suo messaggio politico in un saggio di Giuseppe Civati che riprende, con grande cura, le sue parole e i suoi insegnamenti, in occasione della nomina a senatrice a vita da parte del Presidente Mattarella.
Segre fu espulsa dalla scuola nel 1938. Fu clandestina, chiese asilo e fu respinta. Il 30 gennaio del 1944 fu deportata ad Auschwitz insieme a suo papà Alberto, che non sopravvisse al lager. Negli ultimi trent'anni, diventata nonna, ha promosso una straordinaria campagna contro l'indifferenza e contro il razzismo, in tutte le sue forme e le sue articolazioni.

• "Liliana e la sua stellina"
Un racconto per bambini, scritto e illustrato da bambini.
E anche la storia è quella di una bambina, Liliana Segre, che nel 1938 fu espulsa dalla scuola, per poi essere respinta, deportata, violentemente separata da suo padre all’arrivo ad Auschwitz. Una storia drammatica, raccontata dai bambini ai bambini, come solo loro sanno fare. Con parole semplici e dolci, per esprimere «l’indicibile» e per diventare «messaggeri di memoria».
«La scelta del titolo Liliana e la sua stellina, che io stessa ho suggerito all’insegnante, racchiude la forza che serve a superare il dolore ed evidenzia come, anche in quell’orrore, io abbia scelto la vita. In questo fumetto si legge una lezione di storia semplice ma empatica e incisiva, l’aspetto emozionale si accompagna a un percorso di conoscenza che permette alle emozioni appunto di ancorarsi ai fatti storici: la mia piccola storia di perseguitata e deportata si lega agli eventi drammatici che hanno segnato la grande Storia». (dalla prefazione di Liliana Segre)

• • •

💰 Evento gratuito (gradita la prenotazione)
📞 Per informazioni: 0542 21949 // info@ilmosaicocooperativa.com

 

 

https://www.facebook.com/events/485382992119043/

logo Mosaico