FESTIVAL STRADE 2019

  • Venerdì, 07 Giugno 2019
 FESTIVAL STRADE 2019

STRADE 2019
Festival teatrale itinerante
XIII edizione

Giunge quest’anno alla sua tredicesima edizione il Festival che, ormai tradizionalmente, rallegra l’estate del Circondario imolese con gli spettacoli di teatro di strada e di teatro di figura selezionati dalla direzione artistica della compagnia Officine Duende in collaborazione con Il Mosaico Cooperativa.
L’evento, che nei mesi di giugno e luglio, anima le piazze, i giardini e i magnifici borghi del nostro territorio, fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica.

Il Festival Strade mantiene la caratteristica di essere itinerante e rivolto a tutti: grazie al sostegno dei Comuni coinvolti gli spettacoli sono gratuiti e adatti a chiunque abbia il desiderio e la curiosità di condividere la magia che gli artisti coinvolti sanno portare con sé.

PROGRAMMA:

VENERDì 7 GIUGNO, ORE 21.15
Castel S. Pietro Terme, Piazza XX settembre.
“La corda”
Gera Circus (Sandro Sassi)
- Teatro di strada e equilibrismi -
La Corda è uno spettacolo di circo, in strada, in cui Mr Gera, grazie alla sua sfrenata energia (fatta di fischi e grammelot da commedia dell’arte) coinvolgerà grandi e piccini, in una miscela di virtuosismi tra giocoleria con palline e cerchi, aprendo e chiudendo le danze con una corda: dopo aver scelto otto spettatori, scaldandoli con il gioco del tiro alla fune, camminerà su questa, tenuta in tensione dai volontari, facendo giocoleria con oggetti infuocati! All’apice della performance, la combinazione di equilibrio su una grossa sfera, giocoleria con le clave e una scopa sul mento.

SABATO 8 GIUGNO, ORE 21.15
Castel S. Pietro Terme, Piazza XX settembre.
“Horror puppet show”
El Bechin (Dario Marodin)
- Teatro di strada e di figura -
El Bechin è il suo nome, come la sua professione d’altronde! Come becchino scarrozza i defunti di città in città, ravviva le strade suscitando orrore nella gente! I suoi scheletri sono molto più vivi di quanto si possa credere e provocano il sorriso quanto più tentino d’incutere paura!
Come risvegliare dal sonno più profondo questi burattini d’oltretomba? Naturalmente a tempo di musica, balli sregolati e una buona dose di follia.
Clown dalle storie macabre ma esilaranti, El Bechin, riesce dar vita a uno spettacolo davvero divertente dal quale lo spettatore viene magicamente catturato, uno spettacolo che fa tornare bambini.
Una commedia ricca di buffonerie o una danza dalle coreografie raccapriccianti? …Di certo una risata vi seppellirà.

VENERDì 14 GIUGNO, ORE 21.15
Castel S. Pietro Terme, Piazza XX settembre.
“Hobo”
BrigataTotem Circus show (Paolo Locci)
- Palo cinese street show -
Hobo è un omaggio al viaggio, ai vagabondi, un omaggio alla vita e alle sorprese, al rischio, un momento di condivisione vero, una pausa dai problemi, un pensiero positivo. Hobo è lui, ma lo siamo tutti, un bambino che si meraviglia con la saggezza di un vecchio lupo di mare e la forza di un acrobata…

SABATO 15 GIUGNO, ORE 21.15
Castel S. Pietro Terme, Piazza XX settembre.
"Vai… e vola basso"
Urana Marchesini
- Teatro di strada -
Spettacolo d'interazione, dove il pubblico viene chiamato ad essere co/protagonista e attiva colonna dello spettacolo stesso.
Acrobazia teatrale, elementi di giocoleria, contact, magia comica, verticalismi con i volontari, sputa fuoco, sono i punti forza di questo clown al femminile, personaggio teatrale esilarante, al tempo stesso seducente e accattivante.
“Vai... e Vola basso” è uno spettacolo che lascia a bocca aperta, dolcezza e forza si uniscono per ritrovare e rivelare l'energia creativa che è alla base del caos, riportandoci in una dimensione puramente umana, giocando e quindi abbattendo taboo e diversità. Il cuore solo unisce in una fratellanza che pone gli esseri umani su di un unico piano, uguali e portanti degli stessi drammi. Da questo scaturisce il gioco teatrale in cui il pubblico si riconosce ed emoziona.
Urana, grazie alla sua ventennale esperienza nell'arte di strada, nel circo e nel teatro, sa creare gradi cerchi, muovendo tante energie, e allo stesso modo riesce a giocare su sfumature, che danno allo spettacolo una vera poesia.

MARTEDì 25 GIUGNO, ORE 21.15
Mordano, Parco Bacchilega, angolo via De Gasperi
“Sonata per tubi”
Nando&Maila (Ferdinando D'Andria)
- Circo Teatro Musicale -
Concerto per tubi e non solo. Musica inconsueta o circo inedito? I musicisti suonano noti brani del repertorio classico, con dei semplici tubi di plastica. Il circo alimenta la follia dei personaggi in contrappunto con Hula hoop sonanti, clave che diventano sax e diaboli sonori. Sonata per Tubi ricerca le possibilità musicali di alcuni attrezzi di circo, che attraverso delle modifiche e l’uso della tecnologia, diventano degli strumenti musicali a tutti gli effetti. “Ogni cosa che tocchiamo o facciamo emette suono: sia gli attrezzi di circo, che il palco, che noi stessi.” Il clown musicale fonde l’azione circense con la musica dal vivo, attraverso un linguaggio universale e accessibile ad un pubblico di tutte le età.

MARTEDì 2 LUGLIO, ORE 21.15
Imola Ponticelli, Giardino della biblioteca, via Montanara 252/c
“Storie nell’ombra”
Alfonso Cuccurullo
- Narrazione -
La narrazione del maestro Cuccurullo facilita l’interazione adulto-bambino per un avvicinamento morbido al racconto. La condivisione e il piacere dell’ascolto sono gli elementi fondamentali che creano l’atmosfera magica e senza tempo delle storie narrate a fil di voce.

MERCOLEDì 3 LUGLIO, ORE 21.15
Castel Guelfo, Giardino della Biblioteca, Via Gramsci 22
“A spasso con Sandrone”
Giorgio Gabrielli
- Burattini, magie, pupazzi -
Burattini, pupazzi, storie e magie si inseguono in uno spettacolo in cui la sorpresa è la vera protagonista.
Chi sono gli attori? Forse Sandrone e sua moglie, la vecchia Polonia...
Oppure il pupazzo ventriloquo che dentro la baracca proprio non ci vuol stare?
O il mago, capace di stupire e meravigliare?
Forse i bambini? Bambini speciali, che sanno ascoltare storie speciali?
In questo spettacolo nessuno vuole stare al proprio posto, nemmeno il burattinaio, che si muove tra tanti diversi palcoscenici, e si trasforma di volta in volta in attore e pupazzo, animatore e oggetto animato.
“A spasso con Sandrone” è un caleidoscopio, una narrazione in cui è presente un continuo intreccio di storie e tecniche animative.
Racconti e figure si susseguono sorprendendo i bambini, che interagiscono con pupazzi, burattini e burattinaio e devono di volta in volta cercare, trovare, inventare, scoprire.
E proprio i bambini proveranno a svelare e rivelare: giochi di prestigio o vere magie?

GIOVEDì 4 LUGLIO, ORE 21.15
Casalfiumanese, Parco di Villa Manusardi
“A spasso con Sandrone”
Giorgio Gabrielli
- Burattini, magie, pupazzi -
Burattini, pupazzi, storie e magie si inseguono in uno spettacolo in cui la sorpresa è la vera protagonista.
Chi sono gli attori? Forse Sandrone e sua moglie, la vecchia Polonia...
Oppure il pupazzo ventriloquo che dentro la baracca proprio non ci vuol stare?
O il mago, capace di stupire e meravigliare?
Forse i bambini? Bambini speciali, che sanno ascoltare storie speciali?
In questo spettacolo nessuno vuole stare al proprio posto, nemmeno il burattinaio, che si muove tra tanti diversi palcoscenici, e si trasforma di volta in volta in attore e pupazzo, animatore e oggetto animato.
“A spasso con Sandrone” è un caleidoscopio, una narrazione in cui è presente un continuo intreccio di storie e tecniche animative.
Racconti e figure si susseguono sorprendendo i bambini, che interagiscono con pupazzi, burattini e burattinaio e devono di volta in volta cercare, trovare, inventare, scoprire.
E proprio i bambini proveranno a svelare e rivelare: giochi di prestigio o vere magie?

VENERDì 5 LUGLIO, ORE 21.15
Sesto Imolese, Biblioteca, Via San Vitale 126
“Agata, attenta!”
Sandra Pagliarani Compagnia Nasinsù
- Burattini -
Nel paese di Agata e di nonna Eugenia, protagoniste della nostra storia, si tiene una festa per la
nuova produzione di colori della nonna. Le persone sono felici, il mondo è bello e divertente: ci
sono musica, paillettes, lustrini e…colori per tutti.
Un giorno si presenta ad Eugenia uno strano individuo che cerca di comprare a peso d’oro i colori
e il segreto della loro creazione. Il losco individuo altri non è che Bigio il Grigio..alla conquista del
mondo! Da quel momento tutto cambia: con un perfido stratagemma Bigio il Grigio si impadronisce del paese.
Riuscirà Agata, bimba coraggiosa e bizzarra, a riportare i colori e la giustizia nella sua piccola
cittadina?
Lo spettacolo attraverso la presenza-assenza dei colori vuole essere uno spunto di riflessione sul
potere e i suoi rischi.

MARTEDì 9 LUGLIO, ORE 21.15
Borgo Tossignano, Parco Lungofiume (zona chiosco), Via Marzabotto
“Geppone e il vento di tramontana”
Teatrino Pellidò
- Burattini -
Liberamente ispirato ad una fiaba popolare Toscana, vede contrapporsi il contadino lavoratore e il padrone delle terre sfruttatore e ingiusto, sarà un oggetto magico a risolvere i problemi del povero Geppone e di sua moglie Rosina, non senza una serie di colpi di scena!

MERCOLEDì 10 LUGLIO, ORE 21.15
Castel Guelfo, Giardino della Biblioteca, Via Gramsci 22
“Faccia di gomma”
Otto il Bassotto
- Clownerie e fantasia con i palloni di ogni forma e misura -
Un Uomo (bè… quasi…. un Bassotto!) ha trasformato il caucciù nella sua unica fonte di vita e ragion d’essere.
Con una faccia di gomma ed un cervello che gli rimbalza, ha creato con esso numeri incredibili, oltre i limiti del possibile, all’insegna del motto: con i palloncini si può fare davvero qualsiasi cosa!
Ma si tratterà solo del delirio di un pallone gonfiato, o della sensazionale scoperta di un gonfia-palloni?

GIOVEDì 11 LUGLIO, ORE 21.15
Casalfiumanese, Parco di Villa Manusardi
“Cervelli di plastica”
Teatrino Pellidò
- Burattini -
In paese hanno autorizzato l’industriale Gino Pet ad aprire una fabbrica che produce la plastica e con essa crea qualsiasi oggetto. In Paese tutti vanno a lavorare lì, e quando escono dal lavoro corrono ai magazzini generali di Gino Pet, a comprare cose di plastica che si romperanno presto e diventeranno rifiuti…. Un bel giorno torna in paese Toni Riduci che insieme alla sua amica Lucilla, scoprirà che dietro la fabbrica e lo strano odore che avvolge il paese si cela un terribile mistero.
Teatrino Pellidò è per un mondo meno usa&getta.

MARTEDì 16 LUGLIO, ORE 21.15
Codrignano, Giardino Circolo Arci
“Otto Panzer Show”
Gianni Risola
- Teatro di strada -
Pirotecnico nel suo approccio con il pubblico che lo ama sin dal primo impatto siano grandi che piccini, Otto è un ottimo e simpaticissimo clown, vestito da direttore di un improbabile e misterioso circo. Presenta numeri di autentica bizzarria coinvolgendo il pubblico nelle sue pazzesche avventure sceniche. Irriverente, sbruffone ma anche dolce ed arrogante, Otto è un clown con senso della scena e della comicità molto spiccate, regala gag da cui traspare una superba capacità ad adattarsi alla piazza e ad improvvisare, trasformando ogni suo spettacolo in un evento unico.

MERCOLEDì 17 LUGLIO, ORE 21.15
Castel Guelfo, Giardino della Biblioteca, Via Gramsci 22
“La bella Fiordaliso e la strega Tirovina. Una storia magica”
Alberto de Bastiani
- Burattini -
La strega Tirovina è ormai vecchia e i suoi incantesimi malvagi non funzionano più, si rende conto di non saper stare al passo con il tempo che vive di tecnologie in continua evoluzione e di prodotti genuini, biologici, certificati. Altro che mela avvelenata!
Nel ricordo e nell’insegnamento delle più belle fiabe dei fratelli Grimm, la storia si snoda tra colpi di scena e gag della ricca tradizione del teatro di burattini . Una storia con i vestiti della tradizione, ma il ritmo e le complessità della vita di oggi, in cui perfino i briganti hanno aggiornato le loro richieste di riscatto aggiungendo, al “solito” malloppo in oro, anche dei particolari beni di consumo.

GIOVEDì 18 LUGLIO, ORE 21.15
Sassoleone, campo sportivo
“La bella Fiordaliso e la strega Tirovina. Una storia magica”
Alberto de Bastiani
- Burattini -
La strega Tirovina è ormai vecchia e i suoi incantesimi malvagi non funzionano più, si rende conto di non saper stare al passo con il tempo che vive di tecnologie in continua evoluzione e di prodotti genuini, biologici, certificati. Altro che mela avvelenata!
Nel ricordo e nell’insegnamento delle più belle fiabe dei fratelli Grimm, la storia si snoda tra colpi di scena e gag della ricca tradizione del teatro di burattini . Una storia con i vestiti della tradizione, ma il ritmo e le complessità della vita di oggi, in cui perfino i briganti hanno aggiornato le loro richieste di riscatto aggiungendo, al “solito” malloppo in oro, anche dei particolari beni di consumo.

MARTEDì 23 LUGLIO, ORE 21.15
Toscanella, Piazza Libertà
“Lo strano caso dell’asino cacadenari”
Zanubrio Marionettes (Riccardo Canestrari, Giovanna Rossetti)
- Burattini -
La famosa FIABA DELL’ORCO dal Pentamerone di Gianbattista Basile fa prender le mosse al repertorio di gag, lazzi, bastonate dei burattini della tradizione emiliana.
Una nuova sgangherata avventura del dinamico duo Sganapino e Balanzone, alle prese questa volta con uno straordinario asino magico che può render ricco chi lo possiede. Per Sganapino però non sarà così semplice tenersi stretto l’asino...
Lo attendono infatti le infide trame dell’avido oste Brighella che le tenterà tutte per avere quell’inesauribile fonte di oro che è l’asino!
In una girandola di malintesi, travisamenti, incantesimi, lazzi e sonore bastonate,
i simpatici burattini si esibiranno in un teatrino vivente e ragliante con una farsa travolgente, ricca di colpi di scena e trucchi strabilianti.
Spettacolo adatto a tutti, bipedi raglianti e quadrupedi parlanti...

MERCOLEDì 24 LUGLIO, ORE 21.15
Castel Guelfo, Giardino della Biblioteca, Via Gramsci 22
“Storie da mangiare”
Le Strologhe (Carla Taglietti, Valentina Turrini)
- Teatro di cibo -
Due cuoche strampalate, stanche di cucinare sempre gli stessi piatti, decidono un giorno di
iniziare a giocare con i cibi…Sul tavolo da cucina prendono vita buffi personaggi e storie insolite….
Il cibo viene ‘messo in scena’, scegliendo di narrare due storie tradizionali, con frutta, verdura, utensili da cucina, pani, farine e tutto il necessario per l’impasto del pane.
Gli ortaggi diventano i personaggi della fiaba e i bambini sono portati a guardare ‘con altri occhi’
le verdure che tutti i giorni vedono in casa o nei negozi e che spesso non amano; e assistono alla
preparazione e all’impasto del pane, azioni fisiche associate alla storia narrata.
Gli oggetti/cibi messi in contesto differente da quello usuale, pur mantenendo inalterata la loro
funzione, acquistano un nuovo significato, creando associazioni mentali insolite e divertenti.

GIOVEDì 25 LUGLIO, ORE 21.15
San Martino in Pedriolo, parco di Via Onorio
“Storie da mangiare”
Le Strologhe (Carla Taglietti, Valentina Turrini)
- Teatro di cibo -
Due cuoche strampalate, stanche di cucinare sempre gli stessi piatti, decidono un giorno di
iniziare a giocare con i cibi…Sul tavolo da cucina prendono vita buffi personaggi e storie insolite….
Il cibo viene ‘messo in scena’, scegliendo di narrare due storie tradizionali, con frutta, verdura, utensili da cucina, pani, farine e tutto il necessario per l’impasto del pane.
Gli ortaggi diventano i personaggi della fiaba e i bambini sono portati a guardare ‘con altri occhi’
le verdure che tutti i giorni vedono in casa o nei negozi e che spesso non amano; e assistono alla
preparazione e all’impasto del pane, azioni fisiche associate alla storia narrata.
Gli oggetti/cibi messi in contesto differente da quello usuale, pur mantenendo inalterata la loro
funzione, acquistano un nuovo significato, creando associazioni mentali insolite e divertenti.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito, in caso di pioggia gli spettacoli si terranno in luoghi chiusi adiacenti.
Direzione Artistica: Emanuela Petralli – Officine Duende
In collaborazione con: Il Mosaico Cooperativa
Infoline: +39 347 8885339
info@officineduende.it
www.officineduende.it

#strade2019 #bolognaestate #bolognametropolitana #behere

logo Mosaico